La McLaren è in crescita. Ma nel 2018 riuscirà a trattenere Fernando Alonso?

La McLaren è in crescita. Ma nel 2018 riuscirà a trattenere Fernando Alonso?

Nelle ultime gare del campionato mondiale di Formula Uno 2017 la McLaren ha fatto dei notevoli passi in avanti nello sviluppo della propria monoposto, piazzandosi alle spalle di quelle che ad oggi sono 3 scuderie inarrivabili per tutti: Ferrari, Mercedes e Red Bull. Basteranno questi miglioramenti per trattenere Fernando Alonso? Il pilota spagnolo, che ha da poco compiuto 36 anni, aveva puntato forte sul team inglese e sul ritorno in Formula Uno della Honda, ma negli 2 anni e mezzo non è mai riuscito ad essere competitivo per lottare con i Top Team. A fine stagione scade il suo contratto con la McLaren, ed è probabile che l’ex ferrarista possa cambiare squadra, anche se in questo momento le opzioni a sua disposizione non sono molte. All’inizio della stagione 2015 il…
Approfondisci
Kubica è pronto al rientro in Formula Uno. Nel 2018 guiderà una Renault?

Kubica è pronto al rientro in Formula Uno. Nel 2018 guiderà una Renault?

I primi giorni di Agosto, nel corso dei test che si sono svolti a Budapest, il pilota polacco Robert Kubica è tornato al volante di una macchina di Formula Uno, guidando per la prima volta una monoposto ibrida. Nei due giorni di test che hanno seguito il GP di Ungheria infatti Kubica ha guidato una Renault RS17, girando su tempi molto simili a quelli fatti registrare dai piloti ufficiali della scuderia francese. Per questo motivo molti addetti ai lavori pensano che Kubica possa tornare nel Mondiale a partire dalla stagione 2018. Robert Kubica era uno dei talenti più brillanti della Formula Uno. Arrivato nel Circus nel 2006, il pilota polacco ha corso in Formula Uno per 5 stagioni, dal 2006 fino al 2010. Nei primi 4 anni della sua carriera…
Approfondisci
Il mondiale di Formula Uno riparte con la Ferrari in testa

Il mondiale di Formula Uno riparte con la Ferrari in testa

Domenica 27 agosto ripartirà il campionato mondiale di Formula Uno dopo la sosta estiva di 4 settimane. Le Scuderie torneranno in pista per il Gran Premio del Belgio, in una delle piste più belle e tecniche del mondiale, quella di Spa Francoshamps, su un circuito dove molto spesso i piloti hanno dovuto affrontare delle gare sul bagnato molto impegnative ed allo stesso tempo emozionanti. La Ferrari, grazie alla doppietta ottenuta a Budapest, la seconda stagionale, si presenta a questo appuntamento con la leadership nella classifica mondiale piloti, con Sebastian Vettel ancora saldamente al comando, mentre la Mercedes guida la classifica nel mondiale costruttori. Per il pilota tedesco della Scuderia di Maranello si è trattato del ritorno al successo dopo cinque gare, con il suo compagno di squadra Kimi Raikkonen che…
Approfondisci
Il motomondiale in lutto per la scomparsa di Angel Nieto

Il motomondiale in lutto per la scomparsa di Angel Nieto

Domenica 6 agosto 2017, alla ripartenza delle gare del motomondiale dopo la pausa di metà campionato, il mondo del motociclismo ha pianto la scomparsa di Angel Nieto. Il grandissimo pilota spagnolo infatti è deceduto ad Ibiza pochi giorni prima a seguito dei postumi di un incidente d’auto del 26 luglio 2017. Quella del 70enne ex pilota e team manager spagnolo è stata una delle figure più fulgide del motorismo mondiale nei suoi anni d’oro. Protagonista assoluto nelle classi minori, Angel Nieto aveva nella sua bacheca ben 13 titoli mondiali, secondo in questa classifica dopo l’italiano Giacomo Agostini. Per lui però, uomo molto scaramantico, i titoli vinti erano 12+1. Una carriera durata 24 anni, dall’esordio, avvenuto nel 1964 sul circuito di Barcellona, nella classe 50, in sella ad una moto spagnola,…
Approfondisci
Dovizioso e la Ducati fermano la fuga di Marquez e della Honda

Dovizioso e la Ducati fermano la fuga di Marquez e della Honda

Con la vittoria sul circuito di Spielberg, in Austria, Andrea Dovizioso e la Ducati hanno fermato il tentativo di fuga nella classifica mondiale di Marc Marquez, che appena 7 giorni prima si era aggiudicato il GP di Brno. Per il pilota e la moto italiana si tratta della terza vittoria in questa stagione, a dimostrazione delle reali possibilità della casa di Borgo Panigale di lottare per il titolo mondiale piloti che manca da quando alla guida della rossa a due ruote c’era l’australiano Casey Stoner. Marquez continua a comandare la classifica del motomondiale, ma i suoi punti di vantaggio si sono ridotti a 16, e soprattutto è stata “stoppata” la sua fuga. La Honda ha mostrato di avere fatto dei sensibili miglioramenti rispetto alla scorsa stagione anche su piste come…
Approfondisci
In Formula Uno il 2018 sarà l’anno di “Halo”

In Formula Uno il 2018 sarà l’anno di “Halo”

La Formula Uno è sicuramente la più prestigiosa tra tutte le competizioni motoristiche che si svolgono sotto l’egida della Fia, la Federazione Internazionale dell’Automobilismo. Allo stesso tempo la Formula Uno è certamente anche molto pericolosa e la stessa Fia sta continuamente modificando le regole, non solo per assicurare maggiore spettacolo, ma anche per dare sempre maggiori garanzie ai piloti in fatto di sicurezza. A partire dalla stagione 2018 su tutte le vetture del campionato mondiale di Formula Uno sarà introdotto l’Halo, il sistema che protegge la testa dei piloti. In sostanza di tratta di una protezione metallica, dalla forma di un’aureola, la cui sperimentazione in prova è iniziata nel corso della scorsa stagione, e per la quale si è arrivati recentemente alla decisione di renderla obbligatoria dal 2018. Nel mese…
Approfondisci
MotoGP: le nuove carene sostituiscono le ali

MotoGP: le nuove carene sostituiscono le ali

Nel corso della stagione 2015 la MotoGP aveva visto una rivoluzione tecnica dal punto di vista aerodinamico grazie all’introduzione, da parte della Ducati, delle ali ai lati delle carene. Questa innovativa soluzione tecnica era presto stata copiata anche dagli altri Team e nel corso della stagione 2016 del motomondiale erano comparse le ali a tutte le moto. A metà della stagione 2016 la federazione decise, per motivi di sicurezza, che nella stagione 2017 l’utilizzo delle ali sarebbe stato vietato. Per questo motivo gli ingegneri dei vari team hanno studiato delle nuove soluzioni, cercando di tornare a garantire ai propri piloti i vantaggi che garantivano le ali aerodinamiche fino alla scorsa stagione. Nelle ultime settimane il lavoro dei team ha visto la luce, nel corso delle ultime settimane sono comparse sulle…
Approfondisci