Brutto infortunio alla gamba per Valentino Rossi che abbandona i sogni mondiali

Valentino Rossi dice definitivamente addio alla possibilità di conquistare il suo 10° titolo iridato. Alla vigilia del Gran Premio di San Marino, che per il n°46 della Yamaha è considerato il GP di casa (Rossi vive a Tavullia, a pochi chilometri dal circuito intitolato alla memoria di Marco Simoncelli), il pilota italiano ha riportato la frattura scomposta di tibia e perone della gamba a seguito di una caduta mentre si allenava con la moto da enduro assieme ai ragazzi del team VR46 in località Parchiule, vicino Urbania. Il pilota pesarese della Yamaha era in piena lotta per il mondiale, staccato di 26 punti dal leader della classifica Andrea Dovizioso, ma ora dovrà abbandonare i propri sogni di gloria, visto che non potrà correre non solo la gara di Misano Adriatico, ma anche la gara di Aragon.

infortunio valentino rossi

Il giorno seguente all’incidente il campione di Tavullia è stato sottoposto presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria degli Ospedali Riuniti di Ancona ad un’operazione chirurgica per la riduzione della duplice frattura alla gamba destra.  L’intervento, che è stato eseguito dal direttore del reparto di ortopedia e traumatologia, il Dottor Raffaele Pascarella, ed è perfettamente riuscito grazie all’applicazione di un fissatore metallico intramidollare. Ora il centauro italiano dovrà osservare un periodo di riabilitazione la cui durata dipenderà dalle capacità di recupero del suo fisico, ma che difficilmente sarà inferiore ai 30 giorni.

Dopo essere stato dimesso dall’Ospedale di Ancona il pesarese ha dichiarato che per lui “è  un vero peccato non poter essere al via del GP di casa”, aggiungendo che “non vedevo l’ora di scendere in pista a Misano, perché correre davanti ai propri fan è qualcosa di molto speciale”. Ma ovviamente la salute viene prima di tutto, ed anche un campione come lui che in passato è tornato in pista anche in condizioni non ottimali dovrà valutare bene cosa fare da qui fino al termine della stagione, visto che le chance mondiali sono sfumate. L’ipotesi più realistica è quella di vederlo di nuovo in pista il 15 ottobre a Motegi, nel GP del Giappone, quando mancheranno 4 gare al termine della campionato mondiale 2017.

Valentino rossi

Nella prima parte della stagione, nel corso del mese di maggio, Valentino Rossi aveva già riportato un altro infortunio mentre si allenava con la moto da cross. In quell’occasione il n°46 della Yamaha aveva subito un infortunio alla spalla a causa di una caduta, ma per fortuna le conseguenze erano state lievi ed il Dottore non aveva dovuto saltare nessuna gara.

Con gli anni che passano la rincorsa di Valentino al 10° titolo mondiale si fa sempre più difficile, perché ogni anno deve vedersela con tanti giovani piloti molto veloci e competitivi, come Marquez, Vinales, Lorenzo e Dovizioso. Purtroppo per Rossi, la fortuna non è stata dalla sua parte nel corso delle ultime 3 stagioni in cui tra infortuni e problemi tecnici non è mai stato in grado di centrare quello che sarebbe uno storico traguardo e che lo proietterebbe sempre più verso il Mito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *