Formula 1: Hamilton trionfa nel GP di Germania. Delusione per Vettel!

Al termine di una gara ricca di colpi di scena, Lewis Hamilton ha trionfato ad Hockenheim, nel GP di Germania, riprendendosi la leadership del mondiale. Grandissima delusione per Sebastian Vettel che a 16 giri dal termine è uscito di pista alla curva Sachs quando si trovava saldamente al comando della gara. Ora il pilota inglese della Mercedes è di nuovo leader della classifica con 17 punti di vantaggio sul ferrarista. Sul podio insieme ad Hamilton sono saliti Bottas, con la seconda Mercedes, e Kimi Raikkonen su Ferrari.

Per Sebastian Vettel è stata un’occasione sprecata. Il pilota tedesco della Ferrari aveva la vittoria in tasca e possibilità di allungare nel mondiale rispetto al campione in carica. Ma i sogni di gloria sono andati in fumo per un errore banale. Vettel e la Ferrari sono stati anche poco fortunati, perché la pioggia arrivata sul circuito tedesco a poco più di 20 giri dal termine della gara ha dato una grande mano ad Hamilton, che ancora una volta ha potuto contare su una buona dose di fortuna.

Le qualifiche del GP di Germania

Durante le prove libere si era visto che la Ferrari aveva qualcosa in più di Mercedes e Red Bull, anche se il divario cronometrico tra le tre scuderie è sempre stato di pochi decimi (forse centesimi). La Q1 si chiudeva subito con un grandissimo colpo di scena: Lewis Hamilton, dopo aver fatto il tempo per qualificarsi alla Q2, arrestava la propria vettura a bordo pista a causa di un problema idraulico, che lo costringeva di fatto ad abbandonare le qualifiche. La Q2 non vedeva prendere il via nemmeno a Daniel Ricciardo, che a causa della penalizzazione di 20 posizioni per la sostituzione di alcune parti della Power Unit avrebbe dovuto comunque partire ultimo.

Nella Q3 a giocarsi la poleposition erano le due Ferrari, la Mercedes di Bottas e la Red Bull di Verstappen. A spuntarla era Sebastian Vettel, che con il tempo di 1’11″212 firmava il miglior tempo davanti al duo finlandese composto da Bottas (1’11″416) e Raikkonen (1’11″547). Quarta posizione per Verstappen, alel spalle del quale si posizionavano le due Haas motorizzate Ferrari e le due Renault,  con un ottimo Leclerc in nona posizione.

La gara

Sebastian Vettel partiva molto bene, prendendo subito la testa della gara ed imponendo un grande ritmo alla corsa. Alle sue spalle gli altri piloti mantenevano le proprie posizioni, con Bottas davanti a Kimi Raikkonen  ed a Max Verstappen. Hamilton girava la prima curva al 15° posto, ma iniziava fin da subito la sua grande rimonta, superando senza difficoltà gli avversari che si trovava di fronte ed arrivando a conquistare la quinta posizione dopo 14 giri.

Iniziava così la girandola dei cambi. Per primo si fermava Raikkonen (al quattordicesimo giro) che rientrava in pista davanti ad HamiltonVettel si fermava al 25° giro, mentre Bottas attendeva il giro n°28 per montare le gomme soft. Nel frattempo Hamilton restava in pista sperando nella pioggia che però non arrivava. L’inglese si fermava al giro 42, montando le gomme ultrasoft che gli permettevano di recuperare secondi sui piloti che lo precedevano. La classificva a questo punto vede Vattel davanti a Raikkonen, Bottas, Verstappen ed Hamilton.

Sul tracciato arriva una pioggia leggera. Verstappen tenta l’azzardo al giro 47, montando gomme da bagnato intermedio, ma la scelta si rivela infelice e dopo pochi giri ritorna ai box per montare nuovamente le gomme da asciutto. Nel frattempo in alcune parti del circuito la pioggia si intensifica e Bottas riesce a superare Raikkonen. Al giro 51 si decide la gara, con Vettel che commette un errore in frenata uscendo di pista alla curva Sachs. Entra in pista la safety car ed allora Bottas va ai box per montare gomme ultrasoft mentre Hamilton, con una manovra al limite del regolamente (rientra in pista dopo aver imboccato la corsia box) non effettua il cambio gomme. Al giro seguente cambia le gomme anche Raikkonen, così la classifica nelle prime posizioni diventa la seguente: Hamilton, Bottas, Raikkonen, Verstappen.

Alla ripartenza della gara nessuno riesce ad attaccare il pilota che lo precede, così Hamilton vince il GP di Germania davanti a Bottas e Raikkonen.

Hamilton  festeggia la vittoria del GP di Germania sotto la pioggia
Hamilton festeggia la vittoria del GP di Germania sotto la pioggia

La classifica iridata dopo il GP di Germania

Grazie ai 25 punti del primo posto Hamilton si riprende la testa della classifica, portandosi a quota 188 punti. Alle sue spalle c’è Sebastian Vettel con 171 punti al suo attivo. Più staccati Raikkonen (131) e Bottas (122), che precedono il duo Red Bull formato da Ricciardo (106) e Verstappen (105). Con questa doppietta la Mercedes torna in testa alla classifica costruttori con 310, con la Ferrari seconda a quota 302.

Sebastian Vettel fuori pista
Sebastian Vettel fuori pista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *