Nel GP del Belgio arriva la prima vittoria di Leclerc!

Nel GP del Belgio, prima gara dopo la sosta estiva del mondiale di Formula Uno, arriva il primo successo stagionale per le “rosse” che coincide con la prima vittoria in carriera di Charles Leclerc, partito dalla poleposition. Sulla pista di Spa, da sempre considerata come “l’università della F1”, si è corsa una gara che ha confermato la felice intuizione dei tecnici di Maranello di portare in Ferrari questo giovanissimo pilota. Il 21enne monegasco ha avuto un aiuto importante da parte del suo compagno di squadra Vettel, vincitore a Spa nella scorsa stagione. La pista belga si è confermata una delle più favorevoli per le monoposto di Maranello.

Domenica prossima appuntamento a Monza, dove il tifo per la Ferrari sarà ancora più caloroso. E Leclerc proverà a fare il bis!

Nella prima giornata di prove è doppietta Ferrari

Parte subito forte la Ferrari nella prima sessione di prove libere a Spa. Sebastian Vettel si piazza al primo posto precedendo Leclerc, mentre al terzo posto c’è un Verstappen subito in palla, mentre per Hamilton ci sono stati dei problemi con il pedale dell’acceleratore che lo hanno rallentato. Sulle vetture italiane si sono notate alcune novità dal punto di vista dell’aerodinamica, tra le quali una nuova ala anteriore. Molte le sostituzioni di motore che porteranno a penalità in griglia di partenza per Hulkenberg, Ricciardo, Sainz, Stroll, Kvyat e Albon. Durante la sessione ci sono stati incidenti di piccola entità per Kvyat e Kubica.

Nel pomeriggio la doppietta Ferrari si ripete con cambio di leader, con Leclerc che precede Vettel. Le due Mercedes di Hamilton e Bottas restano dietro alle vetture di Maranello, ma mostrano un grande “passo gara” anche senza forzare il ritmo e fanno quindi vedere che la gara di domenica sarà una lotta alla pari. Tra Leclerc e Vettel il distacco è stato di circa 6 decimi di secondo, mentre per Verstappen, che ha chiuso al sesto posto dietro al sorprendente Perez, ci sono stati alcuni cali di potenza del motore. 

A Spa prima fila tutta rossa

Nel corso della terza sessione di prove libere la notizia più importante è l’uscita di pista di Hamilton che è andato a battere contro un muro alla curva 12, ma senza conseguenze fisiche. Lo stesso pilota si è scusato con i suoi tecnici, in una sessione che ha visto continuare il dominio delle Ferrari, ancora una volta davanti a tutti con Leclerc e Vettel nell’ordine. L’altra Mercedes di Bottas si è piazzata al terzo posto, davanti ad un sorprendente Ricciardo che con la Renault si è preso la quarta posizione. Nei primi 10 tempi della mattinata anche le due Alfa Romeo, con Raikkonen e Giovinazzi.

La sessione pomeridiana per la conquista della pole position inizia con una Q1 fermata poco dopo l’inizio a causa dello scoppio del motore della Williams di Kubica. Le Ferrari sono subito in testa con le Mercedes che le seguono e questo si ripropone anche nella Q2 con i tempi che mettono in evidenza la superiorità delle vetture italiane nel primo e nel terzo settore della pista, mentre nel secondo, quello più “guidato” sono le Mercedes ad avere il miglior crono. La Q3 inizia con un velocissimo Leclerc che mette subito in chiaro le sue carte, mentre Vettel è terzo dietro ad Hamilton, ma riesce a superarlo nel corso del secondo tentativo mentre il campione del mondo non si migliora.

Alla fine arriva la quarta pole position del 2019 per la Ferrari, la terza personale per il pilota monegasco. Nei box Ferrari c’è grande fermento e gli appassionati sono euforici, perché ci sono tutte le premesse per un gran premio combattuto, con le due Mercedes in seconda fila e Verstappen al quinto posto.

Poleposition per Leclerc a Spa
Poleposition per Leclerc a Spa

Nel GP del Belgio la prima vittoria in carriera per Leclerc davanti ad Hamilton

Sul circuito di Spa la Ferrari vince la sua prima gara stagionale. Dopo una lotta strenua che ha visto impegnati Leclerc e Hamilton, la Ferrari del monegasco taglia per prima il traguardo del GP del Belgio. Per il successo di Leclerc è stata molto importante anche la strategia del muretto di Maranello, con Vettel che ha dato una grossa mano al compagno di squadra tenendo dietro Hamilton per diversi giri nonostante le minori potenzialità della sua vettura.

Alla partenza c’è subito un incidente che ha vede coinvolti Verstappen e Raikkonen, con il pilota olandese che ha chiuso la sua gara dopo pochi chilometri, rendendo necessario l’intervento della safety car. Dopo la ripartenza Leclerc si mette in testa e prosegue a buon ritmo davanti al compagno di squadra ed alle due Mercedes. Il passo sul giro conferma quanto visto nelle giornate di prova con la Mercedes che recupera nella parte centrale quello che perde nei confronti delle Ferrari nella parte iniziale e finale.

Vettel è il primo a cambiare le gomme e questo gli ha permesso, una volta tornato in pista, di prendere vantaggio sugli avversari. Il tedesco ha mantenuto la testa della corsa anche quando hanno effettuato il cambio anche il compagno di squadra e le due “Frecce d’argento”. Visto il diverso passo sul giro, in Ferrari si decide di dare il via libera a Leclerc e Vettel si mette in seconda posizione, cercando di dare il maggior fastidio possibile ad un Hamilton in rimonta. Successivamente il pilota tedesco torna ai box per un secondo cambio di gomme e termina quarto, dietro a Bottas.

In testa alla corsa negli ultimi giri si accende la lotta tra Leclerc e Hamilton, che si porta vicino, ma non riesce nemmeno a portare un attacco al giovane rivale che va così a trionfare per la prima volta. In classifica seguono Albon, ottimo quinto alla prima gara in Red Bull dopo la promozione dalla Toro Rosso, Perez sesto davanti a Kvyat, ottavo Hulkenberg, nono Gasly e decimo Stroll. Per Giovinazzi, nono con l’Alfa Romeo, una sfortunata uscita nel corso del penultimo giro non gli consente di andare a punti.

Nel GP del Belgio arriva la prima vittoria di Leclerc!
Nel GP del Belgio arriva la prima vittoria di Leclerc!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *