Formula Uno: Verstappen vince il GP del Messico ed Hamilton vince il mondiale

Il GP del Messico ufficializza il successo di Hamilton nel mondiale 2019. Per il pilota inglese si tratta del quinto titolo iridato in carriera. La vittoria del GP del Messico è andata invece ad un grandissimo Max Verstappen, che si è imposto con merito sul circuito di Città del Messico, dove ha bissato il successo dello scorso anno.

Lewis Hamilton ha vinto matematicamente il titolo iridato chiudendo la gara con una modesta quarta posizione dietro alle due Ferrari di Vettel e Raikkonen, che hanno completato il podio. Per la scuderia di Maranello c’è ancora la possibilità di conquistare il titolo costruttori, visto che la Mercedes comanda con 55 punti di vantaggio a due gare dalla fine del campionato.

La palma del pilota più sfortunato va ancora a Daniel Ricciardo, che in Messico ha rotto l’ennesimo motore della sua travagliata stagione. 

Il GP del Messico ufficializza il successo di Hamilton nel mondiale 2019
Il GP del Messico ufficializza il successo di Hamilton nel mondiale 2019

Nelle prove del venerdì sempre in testa le Red Bull

Verstappen inizia alla grande nella prima sessione di prove libere e si mette subito davanti a tutti, con il suo compagno di squadra che conferma la superiorità delle vetture del team austriaco. Dopo di loro si piazzano a sorpresa le due Renault, con Sainz che precede Hulkenberg, entrambi ad oltre 1 secondo di distacco dal leader. Il quinto ed il sesto tempo li fanno registrare i dei due piloti Mercedes, con Hamilton che precede Bottas, mentre le Ferrari sono settima con Vettel e ottava con Raikkonen.

Nel pomeriggio è ancora l’olandese il più veloce di tutti, sepre davanti al compagno di squadra Daniel Ricciardo. Vettel che fa risalire la Ferrari fino al quarto posto, mentre Sainz, con la Renault, si conferma al terzo. Le Mercedes si dedicano alla messa a punto della vettura, ceoncentrandosi sul passo gara: il migliore delle frecce d’argento è Bottas con il nono tempo. Per Verstappen un guaio nel finale di sessione con la sua vettura che si ferma per un problema meccanico. 15 posizioni di penalità nella griglia di partenza per Gasly per cambio di componenti della power unit.

Sabato sempre Verstappen sugli scudi, ma Ricciardo gli soffia la pole

La terza sessione di libere si apre con pista umida, ma anche con questa condizione è il pilota olandese a svettare davanti a tutti, con Hamilton che sale in seconda posizione tallonato da vicino da Vettel. La scarsa aderenza ha convinto i top driver a uscire dai box solo nel finale, con Ricciardo in quarta posizione e Raikkonen che porta la sua Ferrari al quinto posto davanti a Leclerc che lo sostituirà nella prossima stagione. In casa Mercedes ci sono state difficoltà per Bottas che ha avuto problemi all’impianto idraulico chiudendo in penultima posizione.

Nelle prove ufficiali Bottas e Hamilton fanno segnare i migliori tempi nella Q1, ma nella Q2 si rivede in testa Verstappen che segna il miglior tempo davanti all’inglese della Mercedes e Vettel, mentre la seconda Red Bull è quarta con Ricciardo. I primi 4 piloti, con Bottas e Raikkonen, si qualificano alla Q3 con le gomme Ultrasoft, che saranno anche quelle che utilizzeranno alla partenza della gara. La battaglia per la pole si accende nella decisiva Q3, con Ricciardo che fa segnare un tempo straordinario nell’ultimo tentativo, superando il compagno di squadra che chiude così in seconda posizione con soli 26 millesimi di ritardo. Seconda fila per Hamilton, terzo, e Vettel, quarto, mentre in terza si qualificano Bottas e Raikkonen. Ancora ottima la giornata delle Renault, settima ed ottava e buona anche quella delle Alfa Romeo – Sauber, con il nono e decimo posto.  

GP del Messico:  trionfa Verstappen ed Hamilton conquista il titolo

Verstappen conquista il suo secondo successo stagionale e bissa quello del 2017 sullo stesso circuito. Ad Hamilton basta il quarto posto per laurearsi campione del mondo al termine di una giornata anonima a causa dei problemi di degrado degli pneumatici che lo hanno perseguitato durante la gara.

Il pilota olandese della Red Bull, scattato in testa alla partenza, è rimasto in prima posizione per tutti i 71 giri della gara, ed eccezione delle entrate ai box per i pit stop. Verstappen ha dimostrato ancora una volta di essere uno dei sicuri protagonisti della Formula Uno dei prossimi anni.

La Ferrari ha ripreso fiato nel GP del Messico ed ha portato entrambi i suoi piloti sul podio dopo la vittoria di Raikkonen negli Stati Uniti. Per Vettel oltre alla certezza di una Ferrari competitiva per il finale di stagione ci sono però anche i ricordi degli errori commessi nel corso dell’anno che non gli hanno consentito di lottare fino all’ultimo GP per il titolo. La palma del più sfortunato se la prende ancora una volta Ricciardo, appiedato dalla sua monoposto quanto si trovava al secondo posto.

GP del Messico:  trionfa Verstappen
GP del Messico:  trionfa Verstappen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *