Il mondiale di Formula Uno riparte con la Ferrari in testa

Domenica 27 agosto ripartirà il campionato mondiale di Formula Uno dopo la sosta estiva di 4 settimane. Le Scuderie torneranno in pista per il Gran Premio del Belgio, in una delle piste più belle e tecniche del mondiale, quella di Spa Francoshamps, su un circuito dove molto spesso i piloti hanno dovuto affrontare delle gare sul bagnato molto impegnative ed allo stesso tempo emozionanti.

La Ferrari, grazie alla doppietta ottenuta a Budapest, la seconda stagionale, si presenta a questo appuntamento con la leadership nella classifica mondiale piloti, con Sebastian Vettel ancora saldamente al comando, mentre la Mercedes guida la classifica nel mondiale costruttori. Per il pilota tedesco della Scuderia di Maranello si è trattato del ritorno al successo dopo cinque gare, con il suo compagno di squadra Kimi Raikkonen che l’ha seguito sul traguardo, proprio come avvenne nel GP di Monaco nell’ultima vittoria della Rossa. Per Lewis Hamilton è arrivato invece un quarto posto, ottenuto a seguito di una qualifica poco brillante. Il pilota inglese, con molta sportività, ha lasciato passare il compagno di squadra Bottas subito prima del traguardo, restituendo la posizione che il finlandese gli aveva ceduto per lasciargli tentare l’assalto alle due Ferrari che stavano comandando la corsa. Nelle interviste del dopogara da parte del pilota inglese c’è stata comunque una allusione ai 3 punti persi, che potrebbero anche contare nella corsa al titolo mondiale piloti.

A Spa Francorchamps i team di Formula Uno si presenteranno con scelte diverse per quanto riguarda gli pneumatici, che rivestono da sempre una grande importanza in questa sede, vista la conformazione del circuito, che è il più lungo dell’intero mondiale, con asfalto abrasivo e curvoni da percorrere ad alta velocità. In casa Ferrari la scelta è stata quella di portare 7 treni di ultrasoft, quelle caratterizzate dalla banda color porpora, tre treni di soft, colore della banda giallo, e tre treni anche di supersoft, colore della banda rosso. I due piloti del Cavallino hanno fatto la stessa scelta per quanto riguarda le mescole, mentre in casa Mercedes hanno fatto una scelta differente. I due piloti delle frecce d’argento hanno preferito puntare su un treno di ultrasoft in meno, con sei treni per entrambe le macchine, mentre hanno fatto una scelta diversa per le restanti gomme, con Bottas che avrà a sua disposizione 4 supersoft e 3 soft, mentre Hamilton si presenta 3 supersoft e 4 soft. Tra le altre squadre, la scelta più aggressiva è stata quella effettuata dalla McLaren che porta per i suoi piloti ben 9 treni di pneumatici ultrasoft, con Alonso che cercherà quindi di andare all’attacco su una pista che gli piace molto.

 

ferrari formula uno

 
Il mondiale 2017 si sta rivelando il più combattuto degli ultimi anni, con la Ferrari che sembra aver trovato le giuste contromisure per rispondere alla superiorità della casa tedesca, anche se le prestazioni in pista indicano che la Mercedes si trova ancora leggermente avanti. La mossa della casa di Maranello di operare uno sviluppo continuo della vettura, nata comunque già bene in inverno, sta dando i suoi frutti e quindi si potrebbe assistere ad un finale di stagione che possa far salire ancora di più la passione dei tifosi della “rossa”.

In casa Ferrari si sta lavorando anche per il futuro, e lo dimostra il nuovo accordo con la Sauber per la fornitura dei motori anche nel prossimo campionato, ma con la novità della fornitura di motori con lo stesso grado di sviluppo di quelli montati sulle proprie macchine e non quelli dell’anno precedente, come è avvenuto sino ad ora. In tutto questo la Ferrari potrebbe avere spazio per far salire sulle Sauber i piloti della sua “Academy”, ad iniziare dal francese Leclerc, che ha debuttato nei test che si sono svolti a Budapest dopo il Gran Premio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *