MotoGP: ad Assen vince Marquez al termine del GP più bello degli ultimi anni

Domenica ad Assen si è corsa una delle gare più belle della MotoGP degli ultimi anni. Alla fine la vittoria è andata a Marc Marquez, che nella classifica iridata allunga ancora sugli inseguitori. Sul podio assieme al n°93 della Honda sono saliti altri due piloti spagnoli, Rins su Suzuki e Vinales su Yamaha. Dietro al terzetto spagnolo troviamo due italiani, Andrea Dovizioso e Valentino Rossi, che si sono dati battaglia fino all’ultimo, con il pilota Ducati che ha avuto la meglio sul 9 volte iridato.

Le qualifiche del sabato

Cosa ci si poteva aspettare dalla gara lo si era già capito nel corso delle prove ufficiali che si sono disputate il sabato pomeriggio. Le qualifiche sono state spettacolari, con sorpassi e controsorpassi in testa alla classifica provvisoria. Alla fine a spuntarla è stato ancora una volta Marquez, alla sua prima pole position ad Assen, che ha con il suo crono di 1:32.791 ha preceduto la Honda clienti di Carl Crutchlow (+0.041) e la Yamaha di Valentino Rossi che ha chiuso ad appena 59 millesimi di distanza da Marquez. Ad aprire la seconda fila c’era Andrea Dovizioso, staccato di 79 millesimi da Marquez, che precedeva Alex Rins eMaverick Vinales. Tutti i piloti della top10 erano vicinissimi, segno di un grandissimo equilibrio. I prmi sei erano racchiusi in appena 193 millesimi di secondo, mentre Jorge Lorenzo, al decimo posto, era staccato di soli 376 millesimi dalla vetta.

Marquez, prima pole ad Assen
Marquez, prima pole ad Assen

La gara ad Assen

Al via scattava alla grande Jorge Lorenzo, che con la sua Ducati dalla decima posizione riusciva a girare al secondo posto la prima curva del circuito. Fin dai primi giri c’è stata una continua bagarre nelle posizioni di testa, con i piloti che sono stati protagonisti di sorpassi e staccate al limite, con manovre al limite e continui colpi di scena. Lorenzo attaccava subito Marquez, chiudendo in testa il primo giro di gara, mentre alle loro spalle Rossi sopravanzava Dovizioso, che aveva scavalcato il Dottore al via.

I primi tre sono protagonisti di una serie di sorpassi e controsorpassi e Valentino Rossi sale al secondo posto ed è pronto ad attaccare Lorenzo, arrivando addirittura a tamponarlo in rettilineo ad aoltre 220 km/h (il maiorchino aveva accausa un problema che lo aveva fatto rallentare di colpo in rettilineo). Intanto alle spalle dei primi 4 si rifanno sotto molto velocemente sia Rins che Vinales.

A 10° giro Alex Rins attacca Marquez al tornantino, entrando in contatto con il campione del mondo in carica, ma mi due piloti riescono a restare in piedi. Intanto davanti ci sono le due Ducati, con Lorenzo 1° e Dovizioso 2°. Il pilota italiano attacca e supera il compagno di squadra, provando ad allungare sugli inseguitori, ma dietro tengono il passo dei primi, con Marquez che precede Rins e le due Yamaha. Lorenzo inizia ad avere problemi con la gomma posteriore e perde posizioni scivolando al 7° posto. Nell’alternanza in testa alla gara ora tocca a Vinales, che supera Marquez in un duello tutto spagnolo, mentre alle loro spalle troviamo Rossi e Dovizioso. I due spagnoli nel duello corpo a corpo finiscono lunghi e ne approfittano Dovizioso e Rossi, che vanno in testa alal gara.

Le emozioni non sono finite. A due giri dal termine Marquez torna in testa e tenta la fuga. Dovizioso e Rossi si sorpassano due volte e finiscono lunghi, lasciando spazio a Vinales e Rins. Marquez va a vincere in solitaria, con Rins che risce a chiudere con un ottimo secondo posto davanti a Vinales. All’ultima chicane Rossi attacca e supera Dovizioso, ma in uscita di curca il pilota della Ducati ripassa il Dottore, prendendosi il quarto posto. Chiudono la top10 Crutchlow, Lorenzo, Zarco, Bautista e Iannone.

Battaglia tra Rossi e Dovizioso
Battaglia tra Rossi e Dovizioso

La classifica iridata: Mondiale già finito?

Con la quarta vittoria stagionale Marc Marquez si porta a quota 140 punti iridati. Il pilota della Honda ha rafforzato la sua leadership, visto che dietro di lui c’è il vuoto. Al secondo posto troviamo Valentino Rossi, che di punti ne ha 99 (siamo a -41 dalla vetta) e che precede il compagno di squadra Maverick Vinales che con il terzo posto è salito a 93 punti. Le due Ducati ufficiali di Dovizioso e Lorenzo sono ancora più lontane: il pilota italiano con il 5° posto è salito a 79 punti, mentre il maiorchino, che era risalito con due vittorie consecutive, si trova al 7° posto con 75 punti.

Con questo immenso vantaggio, non solo di punti ma anche tecnico, sembra che il titolo iridato sia già saldamente nelle mani di Marc Marquez. Riusciranno gli altri ad impensierirlo?

La prossima gara

Ora la MotoGP volerà al Sachsenring, in Germania, dove Marc Marquez è imbattuto in MotoGP. E’ facile intuire per chi saranno i favori del pronostico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *