Nella seconda gara stagione della MotoGP colpo a sorpresa di Carl Crutchlow

Domenica 8 aprile 2018, presso l’Autodromo di Termas de Río Hondo, in Argentina, si è corso il secondo GP della stagione 2018 della MotoGP. Al termine di una gara molto movimentata è arrivata la vittoria a sorpresa di Carl Crutchlow, che sul traguardo ha preceduto la Yamaha Johann Zarco e la Suzuki di Alex Rins. Ha chiuso solo 6° Andrea Dovizioso, che aveva vinto il GP di apertura della stagione, mentre Marc Marquez e Valentino Rossi sono finiti fuori dalla zona punti a causa di un contatto nel quale il pilota spagnolo ha causato la caduta del Dottore. Il 9 volte iridato, che a fine gara era visibilmente arrabbiato con il rivale, ha dichiarato: “Marquez sta distruggendo questo sport”.

CIRCUITO-MOTOGP-ARGENTINA

Le qualifiche del sabato

Il weekend di gara è stato segnato dalle cattive condizioni meteo, che non hanno permesso ai piloti di mettere a punto le moto come avrebbero voluto. Al termine della Q2 il più veloce è stato l’australiano Jack Miller, alla sua prima poleposition in MotoGP, che con la sua Ducati Pramac è stato l’unico a tentare l’azzardo di montare le gomme slick sulla pista ancora umida. Alle spalle dell’australiano si sono piazzati Daniel Pedrosa, staccato di soli 177 millesimi, che ha preceduto un ottimo Johann Zarco. Solo sesto Marc Marquez, mentre Andrea Dovizioso ha chiuso le qualifiche all’ottavo posto. Molto male le due Yamaha ufficiali, con Maverick Vinales che ha chiuso al nono posto e Valentino Rossi  addirittura undicesimo.

La gara

Nonostante la pioggia della mattina, prima del via la pista ha iniziato ad asciugarsi leggermente. Tutti i piloti, ad eccezione di Jack Miller, si trovavano sullo schieramento di partenza con le moto in assetto da bagnato. Poco prima del via quindi la direzione gara ha preso la decisione di ritardare il via della gara, di modo da permettere a tutti i piloti di cambiare moto, per evitare che nei primi giri ci fosse la processione di piloti che andavano ai box per cambiare moto. In questo modo è stato penalizzato l’autore della poleposition, Jack Miller, che era stato l’unico ad aver fatto la scelta di assetto corretta. Per cercare di rimediare alla discutibile decisione, la direzione gara ha deciso di far partire tutti dal fondo della griglia, dando quindi a Miller 30 metri di vantaggio sui rivali.

Ma le sorprese non si sono fermate qui, perché al termine del giro di formazione la Honda di Marquez si è spenta. Nonostante questo inconveniente il pilota spagnolo ha avuto la possibilità di riavviare la moto a spinta, compiendo una manovra assolutamente irregolare.

La gara iniziava con Miller che manteneva la testa della corsa, ma dalle retrovie arrivava come un falco Marquez, che in all’inizio del secondo giro era già in testa. Ma il n°93 della Honda era costretto a scontare un drive trought a causa della manovra compiuta in griglia, quindi si ritrovava di colpo nelle ultime posizioni. Nel mentre la gara andava avanti con Crutchlow e Zarco che superavano Miller e tentavano la fuga, mentre alle loro spalle si davano battaglia Rins, Rossi e Vinales. Intanto Marquez, che girava molto più veloce di tutti i rivali, recuperava posizioni su posizioni guidando al limite, rischiando di far cadere Pol Espargarò. A pochi giri dal termine lo spagnolo della Honda arrivava alle spalle di Valentino Rossi, che si trovava in sesta posizione. Marquez non riusciva a frenare la sua esuberanza, entrando in modo scomposto sul pilota italiano, causandone la caduta. A fine gara il campione del mondo, che tagliava il traguardo in quinta posizione, veniva così penalizzato di 30”, una sanzione che lo catapultava al 18° posto finale.

PODIO-MOTOGP-2018-ARGENTINA

La gara si chiudeva con Crutchlow che riusciva ad avere la meglio su Zarco, mentre alle loro spalle Rins conquistava un ottimo 3° posto davanti a Jack Miller ed a Maverick Vinales. Dovizioso chiudeva la gara al 6° posto, mentre il suo compagno Jorge Lorenzo, impalpabile per tutto il weekend, chiudeva solo 15°

La classifica iridata ed i prossimi appuntamenti della MotoGP

Grazie alla vittoria ottenuto a Termas de Rio Hondo, Crutchlow è diventato il leader della classifica iridata con 38 punti. Staccato di 3 punti, a quota 35, c’è Andrea Dovizioso, che precede Zarco (28 punti). Quinto posto per Marquez (20 punti), solo ottavo Valentino Rossi (16 punti).

La prossima gara della MotoGP vedrà i piloti impegnati nel GP delle Americhe, che si correrà ad Austin, in Texas, domenica 22 aprile 2018. Il favorito d’obbligo sarà Marc Marquez, che ha sempre vinto ad Austin da quando è in MotoGP.

6 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *