MotoGP 2019: i risultati dei primi test a Sepang

Dopo le presentazioni delle moto che prenderanno parte all’edizione 2019 del mondiale MotoGP, i piloti sono tornati finalmente in pista a Sepang. Il circuito malesiano ha ospitato i primi test invernali per tre giornate, dal 6 all’8 febbraio, con tutte le squadre che hanno provato le nuove moto. I piloti hanno portato in pista varie soluzioni, lavorando sia sul giro secco in pista che con prove di durata.

A Spenag si è visto subito un grandissimo equilibrio, con Honda, Yamaha e Ducati che si sono alternate in vetta alle classifiche dei tempi nei tre giorni di test. Ma ha fatto una buona impressione anche la Suzuki. Per la Honda era assente Lorenzo, mentre Marquez lamenta ancora dei problemi per i postumi dell’operazione subita alla spalla sinistra. La Yamaha, con i confermati Rossi e Vinales, e la Ducati, con la nuova accoppiata Dovizioso–Petrucci, erano invece al completo.

I tre giorni di prove hanno avuto risultati diversi in ogni giornata, con la Ducati che alla fine ha lasciato la Melasia forte delle migliori prestazioni cronometriche.

Il prossimo appuntamento con i test della MotoGP è sul circuito di Losail, in Qatar, dal 23 al 25 febbraio 2019. Quello di Losail è anche il circuito sul quale si disputerà la prima gara stagionale.

Rossi nei Test MotoGP a Sepang
Rossi nei Test MotoGP a Sepang

Test MotoGP a Sepang

Prima giornata, in testa Marquez

Nonostante i problemi fisici alla spalla,  il campione del mondo Marc Marquez è stato il migliore nella prima giornata di prove con la Honda. Dietro di lui si sono classificati altri due spagnoli, Rins, che ha portato al debutto la nuova Suzuki, e Vinales, in sella alla Yamaha. Al quarto posto di è classificato Rabat con la Ducati del team Avintia, mentre la prima delle Ducati ufficiali è quella di Petrucci, quinto, con Dovizioso solo ottavo, preceduto anche da Rossi (sesto) e da Nagakami. Le ultime due posizioni ndella top10 sono state conquistate da Bradl, quest’anno in sella ad una Honda Hrc, e da Pol Espargarò, confermatissimo dalla KTM.

Nella prima giornata Marquez ha completato 29 giri del circuito, ma è stato costretto allo stop nel pomeriggio proprio per le condizioni fisiche.

Per i due piloti Yamaha, Rossi e Vinales, c’è stato tanto lavoro sul ritmo gara e sulla durata dei pneumatici.

A Spenag è ritornato in pista anche Cal Crutchlow dopo l’incidente che lo aveva fermato lo scorso anno in Australia. L’inglese ha conquistato il 14° tempo in sella alla Honda Lrc.

Tra gli italiani troviamo un ottimo Morbidelli al 12° posto, con Bagnaia 15° e Iannone solo 21° in sella all’Aprilia, con il tempo fatto segnare nel pomeriggio dopo la caduta in mattinata. La moto della casa di Noale è sembrata poco competitiva anche con Aleix Espargaro, che ha chiuso solo 13°.

Seconda giornata, lo scatto di Vinales

La seconda giornata di test vede si è chiusa con Vinales che ha portato la sua Yamaha davanti a tutti. Il pilota spagnolo ha fatto registrare il crono di 1’58″897, mettendosi alle spalle un ottimo Rins, sempre più a suo agio con la Suzuki. Anche per Dovizioso ci sono dei passi avanti con la conquista della quarta posizione, dietro ad un convincente Miller in sella alla Ducati del team Pramac. Quinto posto nella graduatoria dei tempi per Crutchlow che continua a migliorare e sesto per Valentino Rossi, mentre Marquez accusa dolori alla spalla e si deve accontentare dell’ottava posizione con 37 giri conclusi.

Per quanto riguarda il capoclassifica Vinales, lo spagnolo della Yamaha ha fatto bene non soltanto nel “giro secco” ma anche nella simulazione di gara. Dovizioso era stato il migliore durante la mattina, ma nella seconda parte della sessione di prove è stato superato dai piloti che hanno usato delle gomme con migliori performances.

Gli altri piloti italiani oltre a Dovizioso e Rossi hanno stentato, con Petrucci 9°, Bagnaia 12°, Morbidelli 15° e Iannone 18°.

Vinales a Sepang
Vinales a Sepang

Ultima giornata, Ducati in gran forma

E’ un poker Ducati quello che guida la classifica della terza ed ultima giornata di test a Sepang. Petrucci è stato il più veloce di tutti e si è preso la prima posizione davanti ai due piloti Pramac, Bagnaia e Miller, ed al compagno di scuderia Dovizioso. Un poker davvero molto interessante soprattutto per il tempo di Petrucci, che con la sua Desmosedici ha fermato il cronometro sul tempo 1’58″239, che migliora di 6 decimi il tempo fatto segnare da Jorge Lorenzo nei test dello scorso anno. Tra il pilota di Terni e l’esordiente Bagnaia ci sono solo 63 millesimi di distacco.

Alle spalle delle quattro moto italiane si è piazzato Vinales, che ha confermato di trovarsi molto bene con la nuova moto giapponese. Rossi invece ha chiuso la giornata il decimo tempo, mentre per Marquez, ancora condizionato dai problemi fisici, la giornata si è chiusa con una modesta 11^ posizione.

Nell’ultima giornata di testa è rimasto fermo ai box Andrea Iannone a causa di alcuni problemi influenzali. Franco Morbidelliinvece ha portato la sua Yamaha in 8^ posizione. Per Rossi invece un errore nell’ultimo giro ha compromesso la possibilità di andare all’attacco dei primi.

Petrucci velocissimo a Sepang
Petrucci velocissimo a Sepang

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *